Costruire Casa: Quello che Devi Sapere Prima di Cominciare

Costruire Casa: Quello che Devi Sapere Prima di Cominciare

Quanto costa Costruire Casa?

Il tuo sogno è quello di costruire una casa tutta tua, personalizzandola in base ai tuoi gusti e alle tue esigenze? Hai un terreno con vista sul mare e da sempre immagini di affacciarti al balcone della tua villa e goderti un panorama incredibile? Bene: qui di seguito cercheremo di fornirti tutti i suggerimenti necessari per trasformare in realtà i tuoi desideri e quello che devi sapere prima di cominciare a costruire la tua casa ideale. Ma andiamo per gradi e partiamo proprio dal terreno e dalle caratteristiche che deve possedere affinché tu possa collocarvi la tua abitazione.

Dove costruire la tua nuova casa?

Se ancora non hai trovato lo spazio perfetto per edificare la tua nuova abitazione, in calcestruzzo o legno che sia, ricorda che ti servirà un terreno edificabile.
Prima di acquistarlo, dovrai verificare attraverso l‘Ufficio Tecnico del Comune di pertinenza se sul lotto in questione pendono vincoli all’edificabilità e quanti metri cubi sono ammessi per una struttura a norma.
Attenzione, non parliamo di metri quadri: ti serve conoscere l’indice di edificabilità del lotto, grazie al quale saprai la volumetria massima consentita per la costruzione della tua nuova casa. In tal modo avrai un quadro preciso di “quanto” e cosa poter realizzare in un determinato spazio, se una villetta a un piano o una su due o più elevazioni.
Non appena avrai tutti i dati necessari, potrai valutare se comprare o meno il terreno in questione.

Dopo l’acquisto del Terreno

Stipulato il contratto di acquisto, dovrai preparare per il tuo Comune una serie di documenti indispensabili tra cui quelli relativi all’acquisto del terreno e quelli che riguardano l’inizio dei lavori.
Come si può facilmente immaginare, si tratta di una procedura che richiede tempo e pertanto è preferibile giocare d’anticipo. Servirà infatti una verifica della situazione catastale e/o urbanistica da parte di un tecnico, che richiede almeno 10 giorni (nella migliore delle ipotesi). Se poi servisse una rettifica urbanistica e/o catastale, indispensabile perché la stipula sia a norma di legge, saranno necessari altri 30–40 giorni.
Per la richiesta e l’ottenimento della certificazione di destinazione urbanistica serviranno almeno 15 giorni. Seguirà poi la consegna della documentazione al notaio per il rogito e il disbrigo delle pratiche: per questo passaggio ci vorranno altri 15 giorni circa.

Come costruire casa? Serve il permesso, anche per i prefabbricati!

Lascia stare chi ti vuol convincere che le case in legno vanno così di moda perché non prevedono alcun iter burocratico da sbrigare. Questo messaggio che spesso passa nei siti poco affidabili e tra le persone ancor meno competenti è del tutto errato.

La notizia ufficiale e reale è questa:

le costruzioni in bioedilizia sono strutture abitative a tutti gli effetti, piccole o grandi che siano, realizzate con sistema blockhaus, x-Lam a telaio.

LEGGI ANCHE: Le Autorizzazioni necessarie per Costruire una Casa in Legno

Tornando a noi, se vuoi sapere davvero come costruire casa, devi sapere che l’iter burocratico iniziale è piuttosto laborioso ma, quando abiterai nella tua nuova dimora, ti renderai conto che ne è valsa davvero la pena!
Prima di immaginarti già davanti al caminetto del tuo luminoso open space, dobbiamo purtroppo ritornare ai nostri doveri: primo fra tutti quello di richiedere il permesso di costruire.
A richiederlo deve essere necessariamente un professionista abilitato (ingegnere, architetto, geometra) che dovrà valutare la fattibilità dei lavori e preparare tutti i documenti necessari da consegnare al Comune. Questi in genere possono variare ma per lo più riguardano:

  • progetti;
  • attestazione che si riferisce al titolo di legittimazione;
  • certificazione di conformità alle normative antisismiche, ai regolamenti edilizi, alle disposizioni di sicurezza antincendio, alle prestazioni energetiche e alle norme igienico-sanitarie.

Una volta presentati tutti i documenti, entro 60 giorni, partirà l’istruttoria di verifica che, dopo altri 30 giorni, condurrà poi al provvedimento finale e al rilascio del tanto atteso Permesso di costruire.

Quanto costa costruire una casa al Mq?

Veniamo ora al tasto dolente, al punto che già aspettavi da qualche paragrafo: quanto ti costa costruire casa al Mq? La risposta non è univoca, non c’è una fascia di prezzo standard cui fare riferimento, perché tutto dipende dalla tipologia di abitazione che intendi costruire.
Muratura tradizionale o in bioedilizia?
E se sei convinto più che mai di puntare sui prefabbricati, quale sistema costruttivo pensi che possa fare al caso tuo?

Di seguito cercheremo di rispondere a tutte queste domande, così da offrirti un quadro completo di ciò che ti aspetta in termini di budget se vuoi costruire la tua casa dei sogni.

Vediamo ad esempio quali sono i costi per una villetta in base alle varie tipologie di costruzione, tenendo presente che i prezzi variano anche in base alla qualità delle finiture, all’accessibilità al cantiere, e al numero e alla tipologia degli impianti da installare.

Prendendo in considerazione una qualità standard per la costruzione di una villetta in calcestruzzo, possiamo riassumere i costi nel modo seguente:

  • 1.200 €/m² al Nord;
  • 1.300 €/m² al Centro;
  • 950 €/m² al Sud.

I prezzi per la stessa costruzione realizzata secondo i principi della bioedilizia si aggirano mediamente tra 800 e 1200 €/m². In questo caso la variazione di prezzo dipende dalla ditta cui ci si rivolge, ai materiali di capitolato, dai sistemi costruttivi e dal tipo di soluzione scelta: quella “chiavi in mano” ad esempio è più costosa ma è anche la più richiesta da chi si rivolge a una ditta costruttrice.
Vediamo poi brevemente, come possono variare i prezzi per una casa in legno in base alle diverse tecniche costruttive:

  • Blockhaus 100-200 €/m² (tipologia adatta soprattutto per casette da giardino, bungalow, baite);
  • A Telaio (la più diffusa) 1100-1200 €/m²;
  • X-Lam (la più tecnologica e rapida fra le soluzioni prefabbricate in legno) 1200-1500 €/m².

Tieni presente tuttavia che questi costi sono molto orientativi e cambiano in base ad una serie di aspetti: azienda a cui ci si rivolge, qualità delle finiture, personalizzazioni, etc. Inoltre, come per l’edilizia tradizionale, anche nella bioedilizia ci sono delle leggere differenze “geografiche” nel costo al metro quadro.

I Costi oltre Casa

Alle somme investite per la realizzazione della nostra villetta standard (tradizionale o prefabbricata in legno), è necessario poi aggiungere i contributi per il rilascio del Permesso di Costruire, gli Oneri di Urbanizzazione e il Contributo di Costruzione, complessivamente pari a circa 140 €/m² (Nord, Centro e Sud), ma variabili in base al Comune di appartenenza. Questi oneri valgono sia per l’edilizia tradizionale sia per la bioedilizia e comprendono anche il costo del progetto da presentare al Genio Civile del comune di riferimento, utile per l’ottenimento del Permesso di Costruzione. In tal senso si parla approssimativamente di: 120 €/m² al Nord, 130 €/m² al Centro e 95 €/m² al Sud.
Considerati tutti i costi, quindi, costruire una villetta può arrivare a costare anche 2.000 €/m².

Per conoscere il prezzo di una casa in legno “Chiavi in mano”, personalizzata sulle tue esigenze, compresi tutti i costi “Oltre Casa”, richiedi il Rapporto di Costruzione di Immobilgreen.it.

Quali materiali scegliere?

Come hai notato, una delle variabili incidenti sul costo di una casa è proprio la scelta dei materiali di costruzione, fondamentale per rendere la tua nuova abitazione efficiente, accogliente ed esteticamente bella. Un suggerimento che vogliamo darti e di non concentrarti esclusivamente sui costi, ma anche sulla qualità.

I materiali troppo economici infatti richiedono una manutenzione maggiore rispetto a quelli di qualità elevata. Le scelte in genere variano dalla muratura al cemento armato fino ai materiali ecosostenibili come ad esempio il legno.

Grazie alla sua flessibilità e leggerezza, quest’ultimo si presta molto bene alla costruzione di una struttura abitativa, specialmente in aree sismiche. Inoltre, contribuisce in modo notevole all’isolamento termico della casa e alla sua efficienza energetica. Selezionare il materiale giusto è fondamentale soprattutto se si tratta della struttura portante, che ha la funzione di sostenere l’intera abitazione e proteggere gli interni dagli agenti atmosferici. Tuttavia, per compiere la scelta giusta, è sempre preferibile affidarsi ai consigli di personale qualificato.

Prima di costruire casa, informati su come finanziare i lavori

Ti ricordiamo tuttavia che per costruire casa non bisogna necessariamente dare fondo a tutte le tue finanze. La maggior parte di chi costruisce casa infatti ricorre a varie forme di finanziamento, dal classico mutuo SAL a quello “green” dedicato alle case in bioedilizia, fino al semplice prestito personale. Questa, ad esempio, è una delle soluzioni preferite da chi sceglie di comprare una casa prefabbricata, perché i costi della sua costruzione generalmente sono contenuti e si possono assolvere tranquillamente nell’arco di 8-10 anni. Il prestito personale, ma anche la cessione del quinto dello stipendio (magari con delega), ti possono garantire la copertura integrale delle spese di edificazione e in più ti mettono al riparo dalla tanto temuta ipoteca.

 

Terreni in Vendita   Mutui Online

Costruttori Case   Modelli di Case

5.0
votato da 3 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *