Eliminare le Crepe nei Muri

Crepe nei muri: quando preoccuparsi e come eliminarle

Una crepa nel muro potrebbe essere un semplice segno del tempo, oppure potrebbe nascondere un problema più grande: il cedimento delle fondazioni

Muro Esterno con CrepeUna crepa nel muro di casa non è mai una bella scoperta. Nel migliore dei casi si tratta di una fenditura isolata, facile da ricoprire con una mano di intonaco. Ci sono però crepe nei muri pericolose di cui bisogna preoccuparsi. Potrebbero infatti essere sintomo di un cedimento delle fondazioni, problema che mette a repentaglio la sicurezza dell’immobile e dei suoi inquilini. Per risolvere un problema del genere, l’ideale è rivolgersi ad aziende specializzate nel consolidamento delle fondazioni come Geosec, che utilizza le migliori tecnologie disponibili sul mercato.

Crepe nei muri: quando preoccuparsi e richiedere consulenza

Le crepe nelle pareti non sono da prendere sotto gamba. Diverse tipologie di fenditure segnalano corrispondenti problemi strutturali che è bene risolvere per assicurare la stabilità e la sicurezza dell’edificio. Esistono infatti tre classi principali di crepe nei muri la cui conformazione e forma è utile per stimare la natura del cedimento delle fondazioni avvenuto.

 

Crepe oblique nei muri: a che tipo di cedimento corrispondono?

La formazione di crepe oblique nei muri spesso è dovuta a una variazione del volume del terreno su cui è costruito l’immobile. Nella maggior parte dei casi a provocare la comparsa delle crepe oblique nei muri è il cedimento differenziale, che avviene qualora l’edificio sia costruito su terreni misti. Ad ogni modo, è bene sapere che il terreno si espande e si ritira naturalmente in base a diverse condizioni climatiche. Questo provoca impercettibili movimenti della struttura. In conseguenza di questo fenomeno possono formarsi crepe oblique nei muri, soprattutto in corrispondenza di porte e finestre.

Crepe nei muri verticali: perché si formano?

Crepa Verticale nel Muro

Le crepe nei muri verticali normalmente sono dovute a uno scorrimento tra due strutture differenti. Non è raro che le crepe nei muri verticali compaiano fra due case confinanti, ovvero con una parete in comune. Ciò accade se per esempio uno dei due immobili è soggetto ad un cedimento delle fondazioni, mentre l’altro no. La comparsa delle crepe nei muri verticali è un campanello d’allarme da non sottostimare. Per evitare che il cedimento delle fondazioni di un edificio danneggi anche quelli adiacenti è bene intervenire prontamente con un’opera di consolidamento.

 

Crepe orizzontali nei muri: qual è la loro origine?

Le crepe orizzontali nei muri, soprattutto se riguardano pareti portanti, sono un segnale da non ignorare. Le cause che provocano la comparsa delle crepe orizzontali nei muri sono molteplici, ma si riconducono principalmente a due: condizioni disomogenee del terreno di fondazione e difetti strutturali della casa. Per esempio, se il peso del tetto è eccessivo, o se viene costruito un piano superiore, le pareti portanti potrebbero non essere in grado di reggere adeguatamente il carico. Ciò può comportare la comparsa di crepe orizzontali nei muri dell’edificio.

 

Eliminare le crepe nei muri con il consolidamento delle fondazioni con resine

Attualmente la migliore metodologia di consolidamento delle fondazioni è l’iniezione di resine espandenti, dei geopolimeri altamente stabili nel tempo. Questo tipo di servizio è fornito da aziende specializzate come Geosec, esclusiva proprietaria di innovative tecnologie brevettate per il consolidamento con resine espandenti. Il procedimento di consolidamento delle fondazioni con resine è rapido e poco invasivo, oltre che efficace. Il cedimento delle fondazioni è risolto in modo estremamente preciso grazie ai sistemi di controllo in tempo reale del terreno. Geosec in particolare vanta l’utilizzo esclusivo di procedure tecnologiche che si avvalgono di un geo-monitoraggio in tempo reale e in 4D del suolo prima, durante e alla fine delle iniezioni. Questo assicura la miglior riuscita dell’operazione, che non necessita dell’allestimento di un cantiere tradizionale e invasivo per essere portata a termine.

 

Detrazioni fiscali: risparmiare sul consolidamento delle fondazioni

Garantire la sicurezza del proprio immobile è molto vantaggioso con i bonus edilizi disponibili grazie alla Legge di Stabilità. Si può infatti usufruire di una detrazione fino all’85% del costo dell’intervento di consolidamento delle fondazioni sulla prima casa.

Fonte: www.geosec.it

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
5.0
votato da 4 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *