Demolire per ricostruire casa in legno. Costi e consigli utili

Demolire per ricostruire Casa in Legno: costi e consigli utili

La riqualificazione edilizia attraverso la demolizione e ricostruzione

In questo articolo parliamo di demolizione e ricostruzione in bioedilizia di una casa. Vediamo cosa si intenda e quando sia possibile metterla in pratica. In particolare, vediamo quali siano i costi, quando sia possibile ottenere incentivi e come ricostruire una casa in legno, antisismica e sostenibile, attraverso le agevolazioni per la bioedilizia ed il risparmio energetico.

La demolizione di un immobile a fini di ricostruzione

La “demolizione e ricostruzione” di un immobile è un particolare tipo di ristrutturazione edilizia che è frutto di una giurisprudenza spesso controversa.

La comparsa di questa specifica tipologia di intervento è da ricercare nel D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 – “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”, come modificato dalla Legge 120 del 2020, in cui, all’art. 3, si specifica che:

“Nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia sono ricompresi altresì gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti con diversi sagoma, prospetti, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche, con le innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica, per l’applicazione della normativa sull’accessibilità, per l’istallazione di impianti tecnologici e per l’efficientamento energetico. L’intervento può prevedere altresì, nei soli casi espressamente previsti dalla legislazione vigente o dagli strumenti urbanistici comunali, incrementi di volumetria anche per promuovere interventi di rigenerazione urbana.”

 

I costi della demolizione e gli incentivi fiscali

Fare una stima esatta dei costi di demolizione di una casa in cemento in un articolo sarebbe un impreciso azzardo.
I prezzi delle imprese di demolizione possono variare in base alla metratura della casa, allo stato generale dell’immobile e alla zona di demolizione.

Tuttavia, possiamo, in base a vari confronti effettuati, dare un costo indicativo al metro quadro, che può andare dai 35 agli 80 €/m2, per una media, utile per fare un conto approssimativo, di circa 57 €/m2.

In un nostro precedente articolo, inoltre, abbiamo visto come sia consigliabile e più conveniente demolire (piuttosto che ristrutturare) edifici antecedenti al 1990, poiché carenti sotto numerosi punti di vista: impiantistico, energetico e della coibentazione in primis.

Chi desideri procedere con la demolizione di un edificio per ricostruire una nuova casa ha, inoltre, diritto ad incentivi per la ristrutturazione edilizia, categoria nella quale, come abbiamo visto, rientrano questi interventi.

È fondamentale però che il titolo amministrativo autorizzativo dei lavori si riferisca ad “intervento di ristrutturazione e non a “nuova costruzione”.

Superbonus 110% per chi demolisce e ricostruisce in bioedilizia

L’Agenzia delle Entrate aveva specificato, nel Parere 131/2018, che in caso di demolizione e ricostruzione, mantenendo lo stesso volume, si potevano ottenere tutti i bonus previsti per la ristrutturazione della casa.

Con la risposta all’interpello n. 455 del 7 ottobre 2020, l’Agenzia, ricordando quanto stabilito dal suddetto articolo 3 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, ha ribadito che gli interventi di demolizione e ricostruzione rientrano tra quelli che danno accesso ai superbonus, superando il precedente limite del rispetto della cubatura originaria e ha ulteriormente chiarito che “La qualificazione delle opere edilizie spetta, in ultima analisi, al Comune o ad altro ente territoriale, in qualità di organo competente in tema di classificazioni urbanistiche”.

 

Ricostruire la casa in legno dopo la demolizione di un vecchio fabbricato

Una casa in legno di ultima generazione è un concentrato di innovazione tecnologica in ambito di risparmio energetico, sicurezza antisismica, salubrità dell’aria indoor e benessere abitativo generale. I tempi di realizzazione, inoltre, sono decisamente ridotti, grazie alla prefabbricazione delle pareti in stabilimento, che permette una maggiore rapidità e precisione durante la fase di fabbricazione rispetto al cantiere.

Alcuni Costruttori, inoltre, offrono sconti o addirittura prendono in carico le spese di demolizione del vecchio fabbricato in caso di affidamento della costruzione della nuova casa in legno.

Un caso di Demolizione e Ricostruzione

Nel seguente video, vediamo come un edificio in laterocemento venga abbattuto per far posto ad una casa prefabbricata in legno, con pareti performanti dal punto di vista della coibentazione e dell’impiantistica e con pannelli fotovoltaici che assicurano consumi energetici quasi nulli:

 

 

In conclusione, il consiglio che possiamo dare a chi volesse demolire una vecchia casa in cemento è di prendere in considerazione la realizzazione di una casa in bioedilizia.

 

4.7
votato da 6 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 
4 Commenti su “Demolire per ricostruire Casa in Legno: costi e consigli utili
  1. Più che un commento avrei una domanda, posso accedere al bonus ecosisma se sopra la casa che intendo abbattere e ricostruire in legno, bioedilizia ho un mutuo garantito da ipoteca? Grazie mille. Barbara

    • Buongiorno Barbara e grazie per il suo intervento.

      Nel decreto non si parla di demolizione e ricostruzione, ma questa soluzione era contemplata nei vecchi bonus (sia sisma che eco), quindi si presume che verrà confermata anche per i nuovi. Occorre attendere i decreti attuativi per saperne di più.

      Per la questione del mutuo, invece, le suggeriamo di rivolgersi alla sua banca o ad un legale.

      Se non lo ha già fatto, si iscriva alla newsletter per rimanere aggiornata sui Bonus.

      Cordiali saluti
      Lo staff di Immobilgreen.it

  2. Salve, sono proprietaria di un immobile e vorrei procedere con la demolizione e ricostruzione usufruendo del bonus 110%. Vorrei realizzare una casa in legno L’immobile si trova in Calabria
    Dove posso trovare i contatti per cheiedere informazioni?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *