Sostenibilità Ambientale degli edifici: la Certificazione LEED

Le certificazioni delle costruzioni in legno

Come abbiamo visto nell’articolo dedicato all’argomento, esistono diversi Enti abilitati a certificare gli aspetti fondamentali del processo di realizzazione di una costruzione. Le certificazioni che vengono rilasciate si riferiscono, generalmente, alle differenti fasi di fabbricazione. Infatti, troviamo certificazioni che garantiscono la qualità delle materie prime e la sostenibilità per l’ambiente del loro utilizzo; certificazioni sui processi di produzione e realizzazione degli edifici, dalla progettazione alla concretizzazione; certificazioni sulle funzionalità, la vivibilità e l’ottimizzazione energetica delle strutture.

In particolare, in questo articolo, parliamo della certificazione LEED, che può essere applicata a qualsiasi tipologia di edificio ed anche alle ristrutturazioni, ma ha un grande valore nell’edilizia green e nelle costruzioni in legno, poiché è fortemente orientata verso la sostenibilità ambientale di tutto il processo di produzione e alla gestione energetica dell’edificio finito.

Il Programma LEED

LEED, Leadership in Energy and Environmental Design, è un sistema volontario di valutazione istituito nel 1998 dall’americana U.S. Green Building Council (USGBC). Si tratta di un insieme di procedure e valori di riferimento necessari alla classificazione della sostenibilità ambientale degli edifici, in particolar modo quelli dell’edilizia green.

Oggi è il sistema più utilizzato e riconosciuto a livello internazionale ed ogni giorno vengono valutati circa 92.000 progetti in tutto il mondo.

Le valutazioni vengono effettuate da professionisti accreditati, i LEED Accredited Professional (LEED AP), che per avere l’abilitazione al rilascio della certificazione devono sostenere e superare gli esami definiti dal Green Building Certification Institute, organismo autonomo che gestisce gli accrediti da parte della USGBC.

La valutazione

I professionisti accreditati LEED valutano diversi aspetti del progetto ed assegnano ad ognuno un certo numero di crediti. Il punteggio finale, sommato al valore dei “pre-requisiti” richiesti per iniziare il processo, determina il livello di valutazione raggiunto dal progetto. Su 110 punti totali, i livelli sono:

Base

Argento

Oro

Platino

(40-49 punti)

(50-59 punti)

(60-79 punti)

(80 punti e oltre)

    

 

Come abbiamo detto, per ottenere la Certificazione LEED, il valutatore prende in esame quasi tutti gli aspetti di un progetto, secondo standard definiti. Le aree che vengono valutate sono:

  • Innovazione ed integrazione dei sistemi e dei processi di costruzione
  • Utilizzo efficiente e sostenibile dell’energia
  • Utilizzo efficiente e sostenibile dell’acqua
  • Gestione dei rifiuti
  • Gestione di tutto il ciclo di vita dei materiali
  • Efficienza e sostenibilità del sito e dei processi logistici
  • Impatti sulla salute umana
  • Impatti sull’area e sull’ambiente

Nel nostro Paese la Certificazione LEED è stata introdotta nel 2010 in Trentino, dal Green Building Council Italia, diffondendosi poi rapidamente in tutta la penisola grazie alla qualità del sistema ed al valore aggiunto che conferisce agli edifici, ma anche al fatto che, seguendo standard prefissati, permette trasparenza e comparazione tra i progetti di case ecocompatibili.

Come ottenere e quanto costa la Certificazione LEED

Per richiedere la certificazione LEED si dovrà seguire un iter specifico, dettato dal Green Building Council Italia:

  1. Registrazione dei progetti
  2. Preparazione della documentazione
  3. Presentazione della documentazione
  4. Revisione della documentazione
  5. Certificazione

Il costo della registrazione, una tantum, è di 900 dollari per i soci e di 1200 dollari per i non soci. Il costo della certificazione vera e propria è variabile e sarà definito in base alla tipologia di progetto da certificare e ai metri quadri del progetto. Per farsi un’idea più precisa è possibile consultare il tariffario del GBC Italia per le certificazioni.

Nel nostro Paese, l’esempio più celebre di edificio certificato LEED è sicuramente il Bosco Verticale di Milano: le due pluripremiate torri, progettate dagli Architetti Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra, in collaborazione con l’imprenditore edile Manfredi Catella, oltre al livello ORO della certificazione suddetta, si sono accaparrate il titolo di miglior edificio al mondo del 2015.

L’importanza della sostenibilità ambientale

L’ampia diffusione della Certificazione LEED è un chiaro segnale che l’attenzione all’ambiente non sia più un argomento per movimenti verdi, ma una necessità di tutti, per la gestione sostenibile delle risorse e del modo di costruire e svolgere le attività umane sul Pianeta.

Infatti, standardizzare in ottica ecosostenibile le procedure e i criteri di valutazione di ogni fase del processo di costruzione di un edificio porta con sé moltissimi vantaggi, come l’abbattimento sistematico dei rifiuti, sia solidi che sotto forma di inquinamento atmosferico e ambientale; la tutela degli alberi utilizzati e gestiti con criteri di sostenibilità; la tutela della salute di chi opera nel settore, grazie ad ambienti di lavoro più sani, ma anche dell’utilizzatore finale dell’edificio e di tutta la collettività; la gestione integrata ed innovativa di energia, acqua e materiali.

Poiché parte fondamentale della missione di Immobilgreen.it è quella di contribuire ad un cambiamento verso l’ecosostenibilità nel campo dell’edilizia, promuoviamo sempre le certificazioni verdi. Infatti, nel nostro catalogo, sono ben evidenziate le certificazioni in possesso dei costruttori iscritti al portale.

 

Cerca Costruttori di Case Green         Cerca Progettisti di Case Green         Guarda Modelli Case da Costruire

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
5.0
votato da 1 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *