Quanto può durare una Casa in Legno?

Quanto può durare una Casa in Legno?

Sembra un paradosso, ma uno dei più grandi pregi delle case in legno rappresenta anche il dubbio più grande dei potenziali clienti.

Tanti inutili pregiudizi

Non si capisce il perché, ma nell’immaginario collettivo le case prefabbricate sono associate all’idea di una costruzione precaria, soggetta alle aggressioni di muffe, insetti e agenti atmosferici, e destinata a durare per un periodo molto limitato nel tempo. La si associa a contesti ben precisi (come quelli montani o di fortuna) e a utilizzi accessori, mentre difficilmente si riesce a considerare il legno come un materiale ottimale per costruire un’abitazione sicura, salubre, stabile e soprattutto durevole negli anni.

Che tipo di garanzia ha la vostra casa?

Sebbene non manchino le argomentazioni per controbattere chi asserisce che le case in legno non siano durature, soffermiamoci su uno degli aspetti più importanti e che la maggior parte delle persone ignora.
L’intero settore delle case in bioedilizia ha uniformato il periodo di copertura degli eventuali difetti costruttivi a 30 anni. Questa garanzia è la stessa prevista in molti Paesi europei, come l’Austria e la Germania.
Leggendo attentamente, quindi, dobbiamo riflettere sul fatto che si tratta di un periodo di tempo lunghissimo in cui ogni tipo di problema imputabile a errori realizzativi (quindi non collegabile direttamente alla mancanza di manutenzione o ad un errato utilizzo della struttura) è addebitato all’azienda costruttrice di case prefabbricate.
Questo fattore, già di per sé, dovrebbe rassicurare il potenziale cliente perché quale commerciante si esporrebbe a un rischio così grande per un lasso di tempo tanto lungo se non fosse assolutamente certo della bontà del suo prodotto?

Casa di legno Vs casa in laterocemento

Adesso proviamo a confrontare questa garanzia alle nostre comuni abitazioni dei primi anni ’80 e diamo un’occhiata alle differenze. L’edilizia tradizionale prevede per legge una copertura di 10 anni, in altre parole un terzo rispetto a quella prevista per una casa di legno.
Nonostante questo, molti temono che dopo trent’anni le case in legno siano destinate a logorarsi, diventando inagibili. In maniera analoga, quindi, dovremo porci lo stesso problema per gli edifici in laterocemento, che peraltro sono garantiti per un periodo nettamente inferiore.

Una “macchina” a zero difetti

Proviamo ora a fare un piccolo paragone con il settore automobilistico. Nel campo delle auto molte case produttrici hanno innalzato i livelli di garanzia forniti sui loro veicoli perché, rispetto al passato, vi è un controllo qualitativo maggiore sulla produzione. Questo fenomeno ha determinato l’introduzione di standard seriali estremamente elevati, con una percentuale di difetti prossima allo 0%. Le case prefabbricate, per certi versi, si possono considerare dei prodotti industriali, in cui l’assenza di difetti dovuta al controllo meccanizzato e al processo produttivo garantisce al cliente finale un prodotto assolutamente perfetto.

Quanto durano “davvero” le case in legno, rispetto a quelle tradizionali?

Sebbene negli ultimi anni molte persone abbiano deciso di investire nelle case prefabbricate, questo settore resta ancora piuttosto giovane e, per fare un confronto “reale”, dobbiamo affidarci ai primi modelli di case in legno costruite negli anni ’70.
I dati che abbiamo a disposizione, tuttavia, sono notevoli: nonostante si tratti di abitazioni prefabbricate “primordiali”, è stato osservato che queste costruzioni si sono conservate in ottimo stato e hanno richiesto scarsi interventi di manutenzione e/o di ristrutturazione.
In base a queste considerazioni e tenendo conto che le moderne case in legno godono di livelli qualitativi altissimi, non si può far altro che equiparare la loro durata a quella delle comuni costruzioni in laterocemento.
Parlando in termini di durata, quindi, una reale differenza tra casa di legno e casa in calcestruzzo non c’è: l’unica differenza tra le due risiede nella diversità dei materiali di costruzione, che chiaramente avranno bisogno di una manutenzione mirata.

Ogni casa richiede le dovute attenzioni

In conclusione, è importante ricordare che ogni tipo di costruzione, di legno o in calcestruzzo, inizia a deteriorarsi laddove si presentino infiltrazioni, crepe e cedimenti, per effetto degli agenti atmosferici e dell’umidità.
Un’abitazione ben costruita, sottoposta a manutenzioni regolari, ha una percentuale molto elevata di possibilità di mantenersi intatta per un lunghissimo periodo di tempo, senza interventi dispendiosi.

4.3
votato da 6 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli