Ventilazione Meccanica controllata

La ventilazione meccanica controllata

Si cambia aria

Abbiamo parlato in diverse occasioni dei vantaggi indiscussi dell’isolamento dell’abitazione, sia termico che acustico, in termini di maggior comfort, minor quantità di energia necessaria a climatizzare un ambiente, minori costi energetici e di gestione degli impianti.
Questo isolamento è ottenuto grazie alla struttura di pareti, tetto e pavimento, ma anche all’uso di infissi e serramenti che tagliano il passaggio di temperatura tra esterno ed interno, diminuendo il valore di trasmittanza termica.
Tuttavia, sarebbe impensabile e difficoltoso vivere in una bolla perfettamente isolata rispetto all’esterno e l’importanza del ricambio di aria fresca in casa assume un ruolo fondamentale. Infatti, oltre all’ovvia necessità di ossigeno per respirare, la vita umana in una casa produce vapori, odori, polveri e addirittura agenti inquinanti che, per mantenere un elevato grado di benessere abitativo, devono essere regolarmente sostituiti da aria “buona”.
Esistono, quindi, innovativi sistemi di ventilazione che, pur svolgendo la loro funzione di canali tra esterno ed interno, sono progettati in modo da non intaccare l’efficienza degli apparati di isolamento: si tratta dei sistemi di ventilazione meccanica controllata. Conosciamo meglio questa nuova caratteristica green e i vantaggi ad essa legati.

I nemici dell’aria in casa

Anche se non riusciamo a vederli tutti, nella nostra casa sono presenti molti nemici del benessere e della salute, sia umana che della struttura abitativa, che aumentano quando c’è ristagno di aria negli ambienti per tempi lunghi. I principali sono:

  1. Acqua – che può presentarsi sotto forma di condensa lì dove le attività in casa originano vapore, ad esempio in bagno o in cucina, ma anche dovuta a biancheria stesa o alla semplice respirazione. Può portare alla formazione di muffe e funghi sui muri.
  2. Anidride carbonica – anche questa dovuta alla respirazione, ad esempio nelle stanze da letto. È un inquinante chimico che deve essere sostituito dall’ossigeno.
  3. Polveri – generate su oggetti e tessuti dalle attività quotidiane e dal naturale sfaldamento della pelle.
  4. Batteri e virus – presenti sulle particelle di polvere che fluttuano nella nostra casa, questi microorganismi possono essere dannosi e rendere insalubre l’aria che respiriamo.
  5. Fumo e odori – che siano dovuti al consumo di sigarette o derivati dalla cucina dei cibi, possono comunque rendere sgradevole la permanenza in una stanza non ventilata.
  6. Agenti chimici – alcuni elementi chimici presenti in natura o artificiali, come il radon o il monossido di carbonio, possono entrare in casa e provocare danni alla salute in base alla loro concentrazione.

L’apertura temporanea delle finestre non garantisce un costante flusso di scambio e pulizia dell’aria, che, invece, può essere ottenuto da un impianto di ventilazione controllata.

Cos’è e come funziona

Impianto di ventilazione meccanica controllata

La ventilazione meccanica controllata, anche nota come VMC, permette il ricambio di aria in diversi ambienti, attraverso un impianto di ventilazione governato da una centralina. Questa gestisce la quantità e la qualità dell’aria da immettere in ogni stanza, in base alla temperatura, al tempo e all’umidità, in modo regolato.
Così si può evitare di dover aprire le finestre con conseguenti correnti, rumori, impennate di freddo o caldo ed inutili e costose dispersioni di energia, tanto contrastate dai lavori di isolamento.

L’impianto può essere semplice o complesso, ma, in generale, è costituito da:

  • bocchetta di ingresso dell’aria pulita;
  • sistema di pompaggio e distribuzione per il movimento dell’aria;
  • centralina di gestione e controllo;
  • scambiatore di calore per l’efficienza energetica;
  • filtri per ripulire l’aria;
  • rete di condotti per il trasporto dell’aria;
  • diffusori per riversare l’aria trattata negli ambienti;
  • aspiratori che servono ad aspirare dagli ambienti l’aria esausta o contaminata.

Scambiatore di Calore

La presenza dello scambiatore di calore, che fa passare l’energia dal flusso d’aria in entrata al flusso in uscita (senza farli mescolare), permette un efficace recupero di temperatura e consente di non disperdere l’energia utilizzata per riscaldare o rinfrescare l’aria, con un’efficienza che può arrivare anche al 95%.
I sistemi più innovativi posseggono deumidificatori e sensori nei diversi ambienti, in grado valutare temperatura e umidità e differenziare il trattamento in base alle esigenze di ogni stanza.

Tipi di impianto e costi

Il consumo energetico delle abitazioni tradizionali si aggira attorno ai 200 kWh/m2 all’anno. Una casa dotata di sistemi di isolamento efficienti ed un impianto di ventilazione meccanica controllata può arrivare a raggiungere i 70 kWh/m2 annui. Questo si traduce in un notevole risparmio dal punto di vista economico.
Quindi installare un sistema di ventilazione, come altri impianti di efficienza energetica, non è solo funzionale alla soddisfazione diretta di un bisogno dell’abitazione, ma è anche un investimento economico.
I prezzi degli impianti di ricambio dell’aria variano molto in base alla complessità e ai metri cubi da coprire.

Facendo riferimento ad una casa di circa 100m2, possiamo dire che un sistema molto semplice, detto monostanza, senza rete di condotti, ma con uno scambio diretto in un ambiente, può costare dai 300€ ai 600€. Un impianto completo per il solo ricambio di aria, senza deumidificatore, può costare tra i 4500€ e i 6000€. Mentre un impianto con sistema deumidificante può arrivare ai 10.500€. Se il sistema è anche munito di sensori in ogni stanza, si possono anche superare i 12.000€.

Ricordiamo, comunque, che per questo tipo di impianti è possibile usufruire delle detrazioni fiscali grazie all’Ecobonus erogato dal Governo per incentivare l’efficientamento energetico. Inoltre, l’incremento della classe energetica dell’abitazione aumenta il valore economico dell’immobile.

I nostri consigli

Come sempre, consigliamo di rivolgersi a tecnici specializzati e di comprovata esperienza. Infatti, il corretto dimensionamento dell’impianto e la valutazione capillare degli ambienti da ventilare e in cui installare i vari componenti, è fondamentale per garantire risparmio energetico, economico ed un aumento della qualità dell’aria e del benessere in casa.
Se invece sei in cerca di una casa ecologica in bioedilizia, pronta da affittare o acquistare, che rispetti l’ambiente grazie ad impianti a risparmio ed efficienza energetica, su Immobilgreen.it si possono cercare le case filtrando i risultati di ricerca in base alle caratteristiche green delle abitazioni, tra le quali è presente anche la ventilazione meccanica controllata.

caratteristiche green IG

5.0
votato da 1 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *