x-frame sistema costruttivo case in legno

Metodo costruttivo X-Frame per case prefabbricate in legno

Sistema X-Frame, l’ibrido innovativo

Come abbiamo visto in altri articoli sui sistemi costruttivi, le macro differenze tecniche tra i sistemi costruttivi sono rappresentate dalla disposizione dei materiali che compongono l’involucro di un’abitazione. Ad esempio, nel sistema a telaio viene realizzata un’ossatura della struttura i cui vuoti sono riempiti con gli isolanti in fase di montaggio, mentre nel sistema X-Lam intere pareti sono realizzate con pannelli portanti, costituiti da tavole incollate tra loro in modo incrociato, ed ultimate con l’aggiunta dei materiali isolanti.

Il sistema X-Frame si trova nel mezzo, termini di realizzazione e non di efficienza, ed è un ibrido tra questi metodi costruttivi.

Vediamo quali sono le sue caratteristiche e come viene utilizzato.

Il monoblocco del sistema X-Frame

Al pari del sistema a telaio, l’X-Frame possiede dei doppi montanti strutturali (duo-lam) in abete che, posti ad una determinata distanza tra loro, formano lo scheletro del monoblocco, il quale rappresenta l’unità base della struttura.

Questa ossatura viene chiusa da entrambi i lati da pannelli lamellari, realizzati con doppie tavole incrociate in modo ortogonale, simili alle pareti del sistema X-Lam.

L’intercapedine che si forma da questo assemblaggio viene, preventivamente, riempita con i materiali isolanti, che vengono scelti in base alle necessità energetiche della casa e alle esigenze di progetto.

Il monoblocco autoportante così realizzato direttamente in fabbrica, diventa l’elemento base della struttura e, con gli opportuni adattamenti e complementi (cappotto, copertura, rivestimento, ecc), può essere utilizzato per costruire le diverse parti dell’abitazione: le pareti, i solai e le coperture.

Infatti, dal punto di vista statico, i pannelli realizzati con il sistema X-Frame conferiscono all’edificio la compattezza di una struttura monolitica, ma permettono la distribuzione delle forze in modo omogeneo, mantenendo un’elevata elasticità e dispersione delle sollecitazioni.

L’elevato grado di versatilità del monoblocco del sistema X-Frame, che è al contempo sia molto resistente, sia fortemente efficiente dal punto di vista energetico. Questo lo rende utilizzabile in tutti i contesti costruttivi dell’abitazione.

L’efficienza energetica del sistema X-Frame

Il cappotto esterno, da aggiungere come complemento della parete, ed il riempimento delle intercapedini del monoblocco X-Frame, con 16 cm di spessore, possono essere realizzati con diversi materiali isolanti in base alla classe energetica che si desidera raggiungere.

Ecco alcuni esempi per le pareti perimetrali ed il tetto:

Intercapedine 16 cm

Cappotto esterno

Classe energetica

Sughero naturaleSughero naturale 4 cmFino a A4
Lana di rocciaSughero naturale 4 cmA
PolistiroloSughero naturale 2 cmB

 

Ovviamente, al raggiungimento di una certa classe energetica concorrono diversi altri fattori, come la tipologia di infissi e l’impiantistica installata.

X-Frame, un sistema pratico ed efficiente

Un altro punto di forza del sistema X-Frame è determinato dalla grande velocità di costruzione dell’edificio in fase di montaggio. I tempi rapidi di realizzazione, che per il grezzo di base di un edificio di medie dimensioni possono essere di sole 24 ore, sono dovuti all’elevato grado di prefabbricazione rispetto agli altri sistemi.

Infatti, i materiali isolanti non vengono montati in fase di cantiere, ma direttamente in fabbrica. Questo permette, durante l’assemblaggio dell’abitazione, interventi rapidi e mirati ed un minimo dispendio di energie e di tempo.

 

 

5.0
votato da 3 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *