La parete in legno massiccio per la costruzione di Case in Legno

La parete in Legno Massiccio per la costruzione di Case in Legno

Utilizzare il legno come materiale di costruzione per le case è una scelta che contribuisce concretamente a minimizzare lo spreco di risorse non rinnovabili a favore di uno stile di vita ecologicamente sostenibile. La parete in legno massiccio è la declinazione più naturale non solo del sistema X-Lam ma anche di tutte le altre attuali tecnologie della bioedilizia.
Questo tipo di parete è prodotta senza l’impiego di alcun tipo di collante o ferramenta e comunque senza l’utilizzo di prodotti chimici, il che la rende il prototipo ideale delle moderne costruzioni in legno. Ma cerchiamo di scoprire qualcosa di più su quella che si sta imponendo tra le nuove tipologie costruttive in materia di prefabbricati ecologici.

La parete in legno massiccio: com’è prodotta

La parete in legno massiccio è formata da vari strati di tavole di abete, uniti attraverso delle piccole viti (cavicchioli) sempre in legno naturale, seguendo la stessa tecnica che veniva utilizzata un tempo per questo tipo di abitazioni. Una volta inseriti i cavicchioli, questi riescono ad assorbire l’umidità del legno circostante e, gonfiandosi, restano immobilizzati proprio come se fossero dei rami cresciuti in modo naturale all’interno delle tavole.
Rispetto a quanto accadeva in passato, inoltre, la moderna tecnologia delle pareti in legno massiccio unisce l’antica tradizione costruttiva per le case in legno con un innovativo processo produttivo. Gli elementi del sistema sono costituiti da uno spesso strato disposto nel centro formato da travetti, montati in successione. A questi travetti poi si aggiungono altri strati di tavole in modo alternato così da giungere ad uno spessore variabile da 12 a 30 cm circa, in base alle richieste del progettista. Un foro filettato invece consente di inserire in modo precisissimo elemento in legno (generalmente faggio) per mezzo del quale ogni strato può essere unito senza collanti chimici e/o ferramenta varia. In tal modo è possibile ottenere elevatissime prestazioni meccaniche e un prodotto completamente naturale.

La parete in legno massiccio: un perfetto isolamento termico

Uno dei grandi vantaggi di queste case in legno è che hanno un’eccellente capacità d’isolamento termico e acustico perché l’importante massa di legno assicura una lentissima reazione al calore. Infatti, se nello strato più superficiale il legno reagisce in maniera molto rapida, nella sua parte interna la risposta agli eventi termici avviene con estrema lentezza. Ciò vuol dire che riscaldare una stanza diventa semplice e veloce, ma allo stesso tempo la dispersione di calore è ridotta al minimo.
Per farsi un’idea della grande qualità di queste case in legno è sufficiente pensare che i tempi di sfasamento termico oscillino tra le 12 e 22 ore, in base allo spessore del materiale e dell’isolamento del tetto e delle pareti.

La parete in legno massiccio: un benessere senza pari

Le case in legno massiccio costruite con il sistema a parete in legno massiccio senza colle garantiscono una salubrità perfetta, perché l’assenza di materiali sintetici migliora notevolmente la vivibilità interna della casa. Grazie a questo tipo di costruzioni si interpreta al meglio l’esigenza di vivere in un ambiente ecologico, sano e funzionale, ottenendo allo stesso tempo una struttura abitativa esteticamente impeccabile. Inoltre, l’eccellente tasso di prefabbricazione delle case in stabilimento rispetto ad un cantiere tradizionale permette un abbattimento notevole delle emissioni di CO2. Infatti, ogni metro cubo di legno impiegato come sostituto di un altro materiale da costruzione consente di ridurre notevolmente le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera di circa 1,1 tonnellate in media. Ciò implica quindi che, oltre alle 0,9 tonnellate immagazzinate durante la fase di crescita, ogni metro cubo di legname permette di sottrarre quasi 2 tonnellate di CO2, salvaguardando così l’ambiente.
Un altro dei vantaggi di queste case in legno consiste nell’assoluto rispetto per l’ambiente poiché il legno utilizzato per la produzione delle pareti proviene solamente da boschi certificati PEFC, dove ogni singola pianta sfruttata è rimpiazzata con un nuovo albero. In Europa, il programma di certificazione forestale PEFC è basato su tre principi fondamentali mirati ad assicurare la sostenibilità ambientale:

  1. il rispetto e l’adeguamento agli Indicatori e ai Criteri stabiliti nelle Conferenze Ministeriali volte alla protezione forestale europea (Helsinki 1993 e Lisbona 1998);
  2. la certificazione e le verifiche ispettive affidate a terze parti accreditate e indipendenti;
  3. e, infine, l’applicazione delle raccomandazioni a livello regionale.

In conclusione i sistemi massicci sul mercato senza collanti o metalli impiegano un sistema di stratificazione a incastro che li rende molto validi staticamente, nonché esenti da qualsiasi tipo di sostanza potenzialmente rischiosa per la salute.
Rappresentano dunque una risposta eccellente per chi intende realizzare una costruzione in bioedilizia senza compromessi e con tutti gli enormi vantaggi delle case in legno.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
5.0
votato da 1 persone
 

Potrebbero Interessarti Anche I Seguenti Articoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *